Linguine verdi “fantasma” per le Strade della mozzarella

pasta ostricadef (1 of 1)

Arrivo con l’ultimo piattino per la sfida “Pasta Bufala e Fantasia! Reinventa la tradizione”, organizzata da Le Strade della mozzarella  in collaborazione con il pastificio dei Campi.

Piatto candido, giocato nei toni del bianco-nero-verde perchè trovo l’abbinamento molto chic.

Ho dovuto aggiustare la ricetta un po’ di volte, soprattutto non mi era ben chiaro l’utilizzo della clororfilla.

Son partita da una crolofilla di spinaci che consiglio solo come colorante alimentare naturale dato che non sa praticamente di nulla, per passare ad  una versione più profumata con basilico ed erba cipollina.

La mozzarella è diventata un etereo lenzuolino spruzzato di basilico disidratato, che copre delle linguine al profumo di basilico, arrichite con uova di lompo (ma se non sentite la crisi potete optare per il vero caviale).

In cima un voluttuoso bocconcino: un’ostrica al tabasco in tempura.

Ricetta

Ingredienti per 4 persone

  • Linguine pastificio dei Campi, 240 g
  • Basilico e erba cipollina, 500 g
  • Aglio, 1 dente
  • Olio evo, 3 cucchiai+ quello che serve per il condimento al basilico
  • Basilico disidratato
  • Mozzarella di bufala, 250 g
  • Caviale o uova di lompo, 4 cucchiaini
  • Sale, pepe

Per il tempura:

  • Ostriche, 4
  • Tabasco, 4 gocce per ogni ostrica
  • Farina 00, 100 g
  • Acqua ghiacciata, 100 ml
  • Olio per friggere

Scolate la mozzarella e tenete da parte il liquido di governo.

Scaldatela al micronde in modo che si ammorbidisca quel tanto da renderla lavorabile. Non deve sciogliersi eccessivamente. Ponetela tra due fogli di carta forno e tiratela molto sottile con un mattarello. Con una ciotola o un coppapasta del diametro di circa 15 cm realizzate dei cerchi. Con lo scarto ripeterete la procedura per realizzare i veli di mozzarella successivi.

Una volta realizzati i veli, riponeteli in un contenitore lasciandoli in ammollo nella loro acqua di governo.

Preparate la clorofilla frullando le foglie di basilico e cipollina in acqua molto fredda. L’acqua dovrà coprire le foglie.

Filtrate e recuperate l’acqua. Con la foglie sminuzzate realizzate un condimento mettendole in infusione in abbondante olio evo.

Mettete l’acqua ottenuta sul fuoco e attendete che raggiunga i 65° circa (occorre possedere un termometro). A quel punto vedrete affiorare dei piccoli grumi vedi. Prelevateli con un cucchiaio e poneteli su una garza pulita posta su un colino che avrete immerso in acqua ghiacciata. Otterrete un cucchiaino circa di prodotto.

Preparate la pastella per il tempura, mischiano farina e acqua ghiacciata. Mantenete al freddo la pastaella fino al momento di utilizzarla. Potete aggiungere qualche cubetto di ghiaccio.

Aprite le ostriche e conditele bene con il tabasco. Scaldate dell’olio (170°) e friggetevi le ostriche che avrete intinto precedentemente nella pastella che avrà una consistenza appiccicosa. Una volta cotte tenete le ostriche al caldo (questa operazione dovrà essere fatta mentre la pasta cuoce).

Fate cuocere la pasta e scolatela al dente. Recuperate un pò di olio al basilico che avrete ottenuto lasciando in infusione le erbe sminuzzate e mettetene  3/4 cucchiai in una larga padella. Schiacciate e fate rosolare uno spicchio di aglio – che poi toglierete -  e fate saltare le linguine, aggiungendo eventualmente poca acqua di cottura. A fuoco spento aggiungete la clorofilla e mescolate la pasta.

Impiattate creando  dei nidi di pasta in cui andrete ad aggiungere il caviale, il velo di mozzarella scolato, della polvere di basilico disidratata e setacciata  e infine l’ostrica.

 

 

pasta ostricadef2 (1 of 1)

Schermata 2014-02-19 a 09.52.52


3 Comments

  1. I contest solitamente non mi appassionano.
    Ma questo piattino è di una bellezza (e di una pazienza che io non avrei nemmeno a sforzarmi) spropositata.

  2. Complimenti, un piatto delicatissimo alla vista, ma sicuramente anche al palato.
    Lascia senza parole!

  3. Today, I went to the beach with my kids. I found a
    sea shell and gave it to my 4 year old daughter and said “You can hear the ocean if you put this to your ear.” She placed the shell to her ear and screamed.
    There was a hermit crab inside and it pinched her ear.
    She never wants to go back! LoL I know this is totally off topic but I had to tell someone!

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

about me

continua a leggermi

Subscribe via RSS

Copyright testi e foto 2012 © Sara Melocchi