Dolci Petit Beurre

petitbeurre (1 of 1)

La mia incessante ricerca verso biscotti sbiciolosi procede. Oggi ci troviamo di fronte ad un esperimento tra i più riusciti per realizzare i celebri petit beurre, una di quelle cose inspiegabilmente introvabili in Italia.

Sembra infatti che nel nostro paese riescano ad arrivare sugli scaffali solo prodotti  poco interessanti. Parlo di biscotti, naturalmente.  I Petit beurre a cui mi riferisco sono quelli della Lu, che poi è Danone e che quindi esiste anche in Italia. Quelli della Danone – a cui ho telefonato – mi hanno detto che nada, in Italia il biscotto burroso non va…boh…ma sarà vero?

Intanto vi anticipo che la ricetta è assai strana, ma forse è il metodo che permette di ottenere biscotti croccanti e sbiciolosi, che l’ho recuperata da un libricino minuscolo che accompagnava uno stampo delizioso. Tutto qui, nel negozio del demonio.

 

petit (1 of 1)

Ricetta

Ingredienti

  • Farina 00, 500 gr
  • Zucchero semolato, 200 gr
  • Burro salato, 200 gr (non omissibile)
  • Acqua, 12,5 cl
  • Sale, 2 gr (mezzo cucchiaino circa)
  • Lievito per dolci, 1/2 bustina

In una casserruola versate l’acqua e fate sciogliere il burro e lo zucchero.  Lasciare riposare 20 minuti rimestando di tanto in tanto.

In un coppa mettere la farina con il lievito e il sale e poi aggiungere il contenuto freddo della casserruola.  Girare con un cucchiaio fino ad ottenere un impasto omogeneo e piuttosto molle.

Avvolgetelo con pellicola e poi mettetelo in frigorifero per  3 ore circa.

Accendete il forno a 180 ventilato. Togliete il panetto di pasta dal frigorifero, stendetelo con il mattarello molto sottile (io l’ho steso un pò troppo spesso, ma se vi piace  il biscotto sottile e croccante lo spessore non dovrebbe superare i  2 millimetri considerando che poi in cottura si gonfia).

Per facilitare l’operazione stendente una parte dell’impasto su carta forno e formare i biscotti con l’apposito attrezzo, poi levare l’eccedenza. Rimarranno  i biscotti allineati. Trasferire su una leccarda.

Infornate per 12 minuti circa . I biscotti saranno pronti quando dorati ai bordi e chiari al centro. Se volete l’effetto lucido spennellateli con tuorlo sbattuto + un goccio di olio e acqua.

 

petitdef5 (1 of 1)


3 Comments

  1. ma… sono riconducibili a quei shortbread scozzesi buonissimi ricchi di burro?

  2. Brava,
    prova anche le varianti, io ne feci una salata al formaggio un paio d’anni fa quando comprai gli stampini da amazon.fr

    Ciao!
    Tlaz

  3. Pillow non proprio…sono un pò diversi sebbene la quantità di burro simile
    Tlazo…ho visto il libricino…ho fatto quelli al pistacchio infatti :)

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

about me

continua a leggermi

Subscribe via RSS

Copyright testi e foto 2012 © Sara Melocchi