Biscotti vintage all’anice

biscotti vintage all'anice

Forse dovrei parlare della mie vacanze. Invece questo post costituisce l’epilogo delle mie ferie un pò assurde. In altre parole è il post della ricetta che ho messo in valigia: i biscotti all’anice.

Sono andata nel caldo e goloso Cilento, Golfo di Policastro, Vibonati, Castellammare, 3 km da Sapri. Esattamente qui. Posto incantevole e curatissimo. L’unico difetto del residence è che è così piacevole e rilassante che non ti vien voglia di uscire dal suo recinto.

Bene; di pizza, fichi, bellezze locali e chirurghi addominali vi parlerò la prossima volta (o una delle prossime volte).

Oggi riapre ufficialmente la stagione blogghereccia e vi delizio con questi biscottoni rustici e profumati d’anice, retaggio del mio passato remoto, quando, bambina, passavo le mie vacanze estive in un altro Golfo, quello di Squillace, in Calabria.

E dato che Sapri non è poi tanto lontana dalla Calabria, gli spacci alimentari abbondano dei prodotti della vicina regione: bombe all’nduja, pitta ‘nchiuse e cipolle tropeane. Insieme a ciò, anche diversi dolci calabri che piacciono a me, quelli quasi senza niente (niente dieta o ideologia, solo gusto personale).

Ho ritrovato anche questi biscotti del [mio] buon ricordo: morbidi e aromatici ma che, volendo, potete anche realizzare nella versione “croccante”.

Ricetta

Ingredienti

  • Farina 00, 250 gr
  • Zucchero, 120
  • Uova, 3
  • Sambuca, mezzo bicchiere, circa 100 ml
  • Anice aroma, 3/4 goccine
  • Lievito vanigliato, 1 cucchiaino
  • Sale, 1 pizzico

Dividete tuorli da albunoi e sbattete i primi con lo zucchero. Create un bel composto omogeneo e spumoso poi aggiungete la Sambuca e l’aroma di anice.

Mischiate le farine e aggiungetele al composto di uova. Montate gli albuni a neve, aggiungendo il sale.

Mischiateli delicatamente alla massa. Disporre l’impasto in una forma imburrata da plumcake (usatene 2, se no vi ritroverete biscotti troppo grossi come i miei).

Mettere in forno caldo a 160° ventilati e cuocere fino al punto desiderato (attendente che la crosta si colorisca).

Sfornate e tagliate a fette di 1 cm. Se voltete dei biscotti più croccanti, una volta tagliati infornateli di nuovo per qualche minuto.


4 Comments

  1. Saretta, è proprio il genere di biscotti che piace a me, proverò a realizzarli appena potrò! :-))
    Un bacio….cilentano, a presto! :-D

  2. ma io ho la Sambuca !!! questa è una grande notizia :)))))

  3. io ho il liquore all’anice, va bene ugualmente? :)

  4. Sambuca, ouzo, pastis o liquore all’anice va bene…

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

about me

continua a leggermi

Subscribe via RSS

Copyright testi e foto 2012 © Sara Melocchi