Ravioli d’estate (alla parmigiana)

ravioli alla parmigiana

Siamo al giro di boa. Al sabato del villaggio della bella stagione. Dopo ferragosto l’estate s’avvia verso la sua inesorabile conclusione, che siate stati via o no, che ci sia il solleone o la pioggia battente. E insieme alla conclusione, s’insinua quell’antipatica nostalgia che prelude alla ripresa delle solite attività.
In altre parole “diman tristezza e noia recheran l’ore, ed al travaglio usato ciascuno in suo pensier farà ritorno“.

Per me l’estate è sempre troppo breve. Nel mio ingenuo tentativo di prolungarla cucino cose come questa: solari, calde e mediterranee.

Sono dei ravioli molto semplici, ripieni di parmigiana di melanzane (leggera; poi vi spiego il perché), conditi con un “brodetto” (vabbé…) di stacciatella, zeste di un limone di Amalfi e pasta di peperoncino piccante.

Buon ferragosto!

Ricetta

Ingredienti

  • Melanzane alla parmigiana (questa o altra simile, indi “leggera”), un trancio di circa 300 gr
  • Pangrattato (nel caso), 2 cucchiai
  • Farina 0, 300 gr
  • Acqua calda e salata, 300 gr.
  • Olio evo, 1 cucchiaio

Condimento

  • Stracciatella vaccina, 250 gr
  • Limone profumato, 1
  • Peperoncino in pasta
  • Olio extravergine di oliva, q.b.

 

Procuratevi della parmigiana, ottima quella avanzata.

Potete usare anche quella classica ma per riempirci i ravioli è davvero troppo pesante. Fritta, cotta, ricotta e stracotta… Io ci ho messo un giorno per digerirli. Optate per una versione meno succulenta ma più leggera. Il sapore non ne patirà.

Frullate la parmigiana e nel caso risulti eccessivamente morbida aggiungete un cucchiaio raso di pangrattato. L’impasto, comunque, non dovrà diventare troppo sodo.

Preparate la pasta seguendo questa ricetta.

Io per la formatura ho usato un apposito aggeggino molto comodo; se non l’avete formateli come preferite (quadrati, rettangolari, tondi…)

Cuocete i ravioli in abbondate acqua salata.

Scolateli e impiattate in fondine in cui avrete già versato un paio di cucchiai di stracciatella a temperatura ambiente. Rifinite con zeste di limone e qualche goccina di peperoncino in pasta  e diluito poco olio evo.

 

 

altre idee simili :


2 Comments

  1. Questo mi piace davvero molto. Anche perchè una cosa simile avevo in mente pure io di farla… forse per colpa delle strade della mozzarellla? Ma senza zeste pero’… :))
    Bellissimi!

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

about me

continua a leggermi

Subscribe via RSS

Copyright testi e foto 2012 © Sara Melocchi