Offelle di Parona

offelle paronaL’aspetto curioso di certi dolci – biscotti e torte ingolfanti su tutti – è che, pur avendo in linea di massima gli stessi ingredienti e quantitativi simili, il risultato è sempre diverso.

Le Offelle di oggi sono dei biscotti tipici della Lomellina, particolarmente friabili e profumati e protetti da brevetto dal 1971. Oltre all’azienda più nota che le produce, esiste solo un’altra manciata di produttori concessionari abilitati alla produzione dei biscotti.

I dolci in questione furono inventati dalle sorelle Pasqualina e Linin (Linin…?!) Colli alla fine del 1800, riuscendo a tirar fuori da un impasto molto semplice, un prodotto delizioso e considerato, all’epoca, molto prezioso (in realtà anche oggi; non sono esattamente a buon mercato). Per questo tali biscotti erano venduti a numero, come i pasticcini. Il prodotto venne poi commercializzato su larga scala nel 1969.

Oggi esistono alcune varianti come quelle col cioccolato (mmm…) o con lo strutto d’oca. A Sartirana Lomellina esistono poi delle offelle con una particolare forma di rana, altra gloria gastronomica della zona.

Per chi fosse da queste parti agli inizi di ottobre, sappia che esiste una sagra.

Circa la ricetta mi sono affidata a rete e pack. Sul web esistono delle ricette curiose, che non tengono conto di quello che, secondo me, è un ingrediente fondamentale della ricetta, cioè l’olio di oliva. Mi sono dunque riferita a questa, ricalibrando un pò le dosi poichè il quantitativo di zucchero, a mio parere, è eccessivo.

Vi posso assicurare della loro autentica bontà: dopo la “seduta fotografica”, ho dovuto darli via, il rischio era finire un pò troppo precocemente una trentina di biscotti.

offelle parona

Ricetta

ingredienti

  • Farina 00, 400 gr
  • Burro morbido, 175 gr.
  • Zucchero a velo, 130 gr
  • Olio EVO, 1 ½ cucchiaio
  • Uovo 1 + 1 tuorlo
  • Limone, scorza grattugiata di 1
  • Lievito, ½ cucchiaino raso
  • Sale, 1 cucchiaino da caffè raso 

Disponete la farina a fontana e mescolatela con lo zucchero, il lievito e il sale.

Unite il burro, le uova, l’olio e infine la scorza di limone. Impastate velocemente come per una normale frolla. fate riposare in frigo 30 minuti avvolta in pellicola.

Stendete la pasta con uno spessore di 4mm, formate le offelle con un tagliabiscotti a forma di mandorla (se lo trovate, io mi sono arrangiata con il coperchio di una scatolina di latta). Cuocete a 160°/170° per 10-12 minuti. Controllate a vista la cottura.

Fate raffreddare prima di maneggiarli.

 

offelle


6 Comments

  1. sono bellissime Sara inutile dirlo…ma mi permetti di avere un debole sfacciato per la prima foto???? E’ di una dolcezza e delicatezza unica!

  2. adoro le offelle, ed essendo del pavese le ho conosciute fin da bimba!
    il problema, come dici tu, nel fare certi dolci, è che bisogna”darli via”, onde evitare il diabete in età precoce :)

  3. Bellissime. Ma ha ragione Caris: il modello è strepitoso. :)

  4. Grazie per aver apprezzato la foto con il pargolo…i biscotti vengono dopo. E’ chiaro…

  5. Ripasso dopo un po’ e guard che spettacolo il sito rinnovato!!! Bellissimo!!! …ottime le offelle!!! …grazie per la storia, interessantissima!

  6. grazie a te Terry e bentornata!

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

about me

continua a leggermi

Subscribe via RSS

Copyright testi e foto 2012 © Sara Melocchi