Pancake ai piselli e… (quello che volete)

frittelle
Dopo quasi due anni di blog (eh…passa in fretta il tempo quando ci si diverte :) ) è giusto che faccia anche io la mia confessione. Poi, di questi tempi, in cui sembra davvero brutto non dire pubblicamente cosa si pensa e cosa si fa, ogni santo minuto della giornata, anche a costo di apparire tremendamente noiosi e banali, ecco che anche io svelo il mio segreto ignominioso: non mi piacciono i legumi o meglio, alcuni meno di altri, in particolare piselli e fave. Si salva il cece e la lenticchia; i fagioli dipende.

Questo però importa molto poco non solo al mondo tutto, ma anche a casa mia che, invece, li reclamano a gran voce, seppur periodicamente. A dire il vero fino a poco tempo fa non ricordavo nemmeno che sapore avessero e  quindi mi son lanciata nell’impavido assaggio. Risultato: mi fanno sempre schifo (scusate il francesismo, ma come diceva Totò, quando c’è la parola bisogna usarla).

Ora finita la confessione è anche giusto spiegare il perchè, allora, di questa ricetta. Semplice, per marito e figlio che, in coppia, mangiano meno verdura di una tigre siberiana (che poi vabbè, i piselli non son verdure ma legumi…comunque ci siam capiti). Ecco questo non è null’altro che un tentativo, ben riuscito, di proprinare, in una focaccina calda e morbida, proteine, vitamine e sali minerali di cui è ricco questo ortaggio.

Questi pancake, a parte tutto, non son malvagi e chi li ha potuti apprezzare seriamente mi dice che sono ottimi. Se non altro sono molto versatili. Abbinateli come vi pare: formaggi, salumi, salsiccie, burro – anche aromatizzato -  e, chiaramente, uova

Ricetta

ingredienti

  • Piselli (freschi o surgelati), 300 gr
  • Latte, 100 gr
  • Farina, 50
  • Uova medie, 2
  • Formaggio grattugiato (io pecorino romano), due cucchiai colmi
  • Foglioline di menta o basilico
  • Sale, Pepe 

Lessate i piselli. Non devono stracuocere. Scolateli e versatene 3/4 in un bicchiere per mixer con uova, farina e latte. Frullate fino ad ottenere un impasto omogeneo. Aggiungete il formaggio, i piselli interi e sale e pepe.

Scaldate una padella anatiaderente con un filo di olio. Distribuite due cucchiaiate di questo composto schiacciando un pò. Fate cuocere pochi minuti per lato e servire caldi.Ricetta
ingredienti

pancake

 

 

 


8 Comments

  1. che originalle!! anche io ho una ricetta di pancake ma i miei sono abbastanze “classiche”..ma mi hai datto una idea!! grazie!!

  2. Ma sai che li avevo fatti e postati anch’io qualche tempo fa? Li avevo fatti per la stessa ragione, o meglio perché non mi piacciono i piselli e dovevo usarli in qualche modo che non li lasciasse interi. Il risultato tutto sommato non mi è dispiaciuto, e mi ricordo che li avevo abbinati a dei formaggi. Le tue foto però sono molto più belle e mi fan venire voglia di rifarli.

  3. non ho mai lessato i piselli: quanto ci vuole?

  4. Sara! Ma poveri legumini che ti hanno fatto? A me son le fave che dicono pochino, ma mi costringo a mangiare pure quelle perchè bisognerà pur assimilare delle proteine, essendo erbivori, no?
    ..Mi fanno sempre schifo.. mi ha fatta molto ridere, sappilo

  5. Con questi pancake tutti i legumi risulterebbero buoni! Ho appena mangiato, ma uno di questi non lo disdegnerei mica! Complimenti, bella idea!
    Gio

  6. Anirac: prego :)

    Valeria: io li ho fatti mangiare con una salsiccia e speck..pare siano piaciuti. In realtà il sapore di piselli non è così marcato come mangiarli da soli

    Valentina: io ho usato quelli surgelati per cui 5 minuti, quelli freschi un pò di più (devono un pò raggrinzirsi, non eccessivamente però) ma non ho grande esperienza :)

    Daniela, Daniela…non lo so che mi hanno fatto, ma adesso sto per dire una cosa bruttissima e disgustosa, anzi due. Forse non andrebbero dette in un blog mangereccio ma….. La prima è che a me i piselli ricordano per colore e sapore le cimici.
    Poi, chi mi ha fatto notare come potessi fare un simile paragone, dato che normalemente le cimici non si mangiano, ho risposo…: ma io le cimici le ho assaggiate :P e nel curioso accostamento con una ciliegia appena colta da un albero (chiaramente non mi accorsi allora del delirio che stava per compiersi). Ora sapete con certezza di cosa sanno i piselli.

    Giò: sei sempre gentile …

  7. Ci sono le fave che mi guardano sempre con aria di disapprovazione perchè non mi avvicino per tutto l’oro del mondo…il resto dei li mangio anche ma, a casa mia, se prepari una zuppa ti guardano ancora peggio delle fave!
    in compenso con questi li buggero su tutta la linea (e a occhio e croce potrei provare a farci rientrare l’intero mondo delle luguminacee)!!!! Poi sarà che con pecorino e salame li vedo tanto adatti a pasqua! insomma, proprio una bellissima idea!

  8. CARIS…belle declinazioni le tue

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

about me

continua a leggermi

Subscribe via RSS



Copyright testi e foto 2012 © Sara Melocchi