Pane arabo alla greca con salsa tzaziki

Continua la rassegna Lontano dai fornelli e non sto più a spiegarvi il perchè. O forse è meglio di si. Non è solo il caldo.

 

Terrorizzate dalla prova costume? In ansia per l’incontro con il bagnino dell’altr’anno? Beh forse è un pò tardi, ma se i chili da smaltire sono pochi qualche ideuzza cruda e magra può dare una mano.  Tra l’altro quello che propongo è un bocconcino appetitoso e che ti riempie la panza come un’oca all’ingrasso (almeno la sensazione di sazietà c’è, poi quanto duri non so).

 

Cosa contiene? Gli ingredienti dell’insalata greca, quindi: feta (70 gr, più o meno) cipolle, pomodori, cetrioli, olive (nere e poche!). Non potendo usare molto olio ho optato per una salsa al tzaziki. Astuto no?

 

Inoltre amo molto i gemellaggi gastronomici, un’unione che in questo caso è, però, quasi blasfema (insomma, potrebbe essere il piatto emblema di Cipro se non fosse che il pane arabo con l’inslata greca ci sta benissimo, contrariamente a quello che è invece il clima che si respira laggiù).

 

Il pane arabo (vero) io sono riuscita a trovarlo, ma se fate fatica non è un gran daffare realizzarlo in casa, anche se ciò contravviene allo spirito della rassegna Lontano dai fornelli. Comqunque non orientatevi mai verso quelle schifezze pseudo-arabe: il panino lievitato a montagnola, semicrudo, che ti rifilano le panetterie nostrane.

 

RICETTA

 

Ingredienti

 

Pane Arabo(fonte Cookaround – l’Araba felice)…che strazio sti link rotti.

 

    • Farina 00, 500 gr

 

 

 

 

    • Olio extravergine d’oliva, 30 gr

 

 

 

 

    • Zucchero, mezzo cucchiaino

 

 

 

 

    • Lievito di birra, 25 gr

 

 

 

 

    • Sale, un cucchiaino e mezzo

 

 

 

 

    • Acqua, 250 cl circa (io ne ho usata di più)

 

 

Sciogliete il lievito in mezzo bicchiere d’acqua insieme allo zucchero. Riattivatelo, lasciandolo a riposo per 5/10 minuti. Setacciare la farina, unirvi l’olio, in una zona lontana il sale, e il lievito sciolto. Aggiungete l’acqua poco alla volta ( in questa maniera la farina si idrata meglio poichè assorbe una maggiore quantità di acqua). Il composto dovrà risultare compatto ma morbido. Impastate per almeno 20 minuti. Coprite con un panno umido e fate lievitare per 2 ore. Prendete l’impasto e dividetelo in 8 palline. Fate lievitare ancora queste palline per un’altra mezz’ora. Riprendete le palline e stendetele, prima a mano poi con il mattarello, tirandole bene alle estremità, fino ad ottenere una piadina sottile (ma non un velo!). Lasciate riposare ancora 20 minuti coperta.

 

Risaldate il forno a 240° e infornate per 10 minuti circa  in modalità statica, ma controllate a vista la cottura poichè il pane si cuoce in breve tempo (e ogni forno fa quello che gli pare). Quando inizia a gonfiarsi e a colorirsi leggermente estraete il pane dal forno (se no si indurisce), spennellate con abbondante acqua, uno a uno, e, ancora caldi, riponeteli in una busta di plastica chiusa. Non tutti assieme ma uno per ogni busta, sovrapponendoli. In questa maniera riuscirete a mantenerli morbidi e schiacciati. Lasciare il pane per 30 minuti nella busta prima di mangiarlo. Conservatelo al chiuso, indurisce facilmente.

La cottura può avvenire anche in padella.

Il pane arabo può essere più o meno sottile ma le caratteristiche essenziali che deve sempre avere sono: estrema morbidezza, si deve arrotolare agevolmente senza tagliarsi in due, deve essere vuoto al suo interno.

 

Ripieno alla greca (x un panino)

    • Pomodori maturi 1

 

  • Cipolla rossa, 1 piccola

 

  • Cetriolo, 1/2

 

  • Feta, 70 gr

 

  • Olive nere al forno (io non le avevo)

 

  • Olio d’oliva extra vergine , un cucchiaino

 

  • Basilico

 

  • Sale

 

  • Pepe

 

Tagliate tutto a dadini di simile dimensione e condite come un’insalata. Riempite il pane arabo.

 

Salsa Tzaziki

  • Yogurt magro naturale (non greco), 1 vasetto

 

  • Aglio, 1 spicchio

 

  • Cetriolo, 1/2

 

  • Olio d’oliva extra vergine, 1 cucchiaino

 

  • Sale

 

  • Pepe

 

In un mixer aggiungete yogurt, cetriolo, e aglio. Sale e pepe. Frullate per qualche minuto fino ad ottenere un composto abbastanza omogeneo. Aggiungete l’olio alla fine e mescolate con un cucchiaio.

 

Versate sul panino questa salsa e arrotolatelo.

Ora potete mangiarlo. Se volete un abbinamento ancora più esotico provate questa salsina qui.

VINI CONSIGLIATI a cura di GIORDANA TALAMONA

Retsina vino greco bianco resinato


3 Comments

  1. Che voglia di addentare quel panino :P Proverò a farlo da sola! Mi piace anche l’abbinamento con feta e salsa tzaziki!

  2. questo lo eleggo mio panino……ma dato che sono una scansa fatiche mi comprerò una piadina
    …..in verità, sono giustificata, qui i padroni in questi giorni sono pittori… tapezziere… idraulico…e un gran casino, quindi quel panino mi fa proprio comodo, ciao Saruzzzzzzzz ;-)

  3. @ Valentinute: Grazie! è davvero freschissimo e croccante questo panino…
    @ astrofiammante: certo che i pittori hanno un bel coraggio a lavorare con sto caldo! offrilo anche a loro ;)

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

about me

continua a leggermi

Subscribe via RSS

Copyright testi e foto 2012 © Sara Melocchi