Posts made in giugno, 2010

Il Moscato di Scanzo, rossa perla bergamasca

L’anno scorso ha avuto il riconoscimento della Docg, Denominazione di Origine Controllata e Garantita, la prima della provincia di Bergamo. E’ il Moscato di Scanzo Docg, vino passito da meditazione, rosso rubino carico che si esprime con belle note di frutta matura, che con gli anni si arricchiscono di profumi minerali, di pietra focaia e di incenso. La zona in cui è prodotto è appena un fazzoletto di sessanta ettari coltivati nella parte sud di Scanzorosciate, sulle colline più esposte al sole. Il Moscato di Scanzo è un vitigno autocnono antico, caratteristico e particolare, forse portato dai primi coloni romani della zona, le cui tracce documentali certe risalgono a un carteggio del Vescovo feudatario della Tribulina di Scanzo il quale, nel 1372, disquisiva di quanto “moscadello” gli dovessero fornire i suoi coloni.

Leggi il resto del post...

Grissini al sale affumicato o del Food shopping addiction

Ho scoperto che la spesa fissa è quella non preventivata: il dentista, l’amica che si sposa, le scarpe rotte, il treno di gomme da cambiare…
E io aggiungerei, anche quella compulsiva. Non so voi ma con ciclica periodicità mi piglia l’acquisto impellente, quello che ora chiamano shopping addiction. Intasi borse di prodotti che non ti servono e alleggerisci il conto corrente della tua tredicesima. Da un pò di tempo a questa parte questa tendenza si è spostata verso il food (sempre per usare termini fighi) e così sono diventata anch’io una food shopping addicted.

Leggi il resto del post...

Clafoutis di pesche tabacchiere e amaretti

dolce di pesche tabacchiere

Che fate quando v’acchiappa la voglia di dolce (ma non avete voglia di cucinare)? O uscite a comprarvelo o vi fate un clafoutis. Due uova, un pugno di farina, un cicinin di latte, poco zucchero, un frutto di stagione – anche poco presentabile – una mezz’ora di forno, et voilà…una frittatona morbida e dolce è pronta in tavola. Questo dolce francese è una bella e pratica trovata, soprattutto se avete quel genere di amici che hanno la simpatica abitudine di presentarsi sull’uscio in prossimità dei pasti.

 

Leggi il resto del post...

Quenelle di merluzzo in gazpacho

Non che ami molto le convenzioni di questo tipo, fatto sta che questo venerdì vi beccate il pesce.

 

Tre quenelledi merluzzo, altrimenti noto come stoccafisso o baccalà (e vabbè uno è salato l’altro rinsecchito, ma son dettagli). Prendete dunque del merluzzo, fresco o meno che sia (cioè non avariato, avete capito) e, seguendo la ricetta, vi ritroverete, delle graziosissime polpettine oblunghe annegate in una salsina speciale e buonissima: un simil-gazpacho acidulo e cremoso.

Leggi il resto del post...

Riserva Francesco Iacono 2002, uno spumante da Oscar!

Ha vinto l’Oscar del Vino 2010 come “miglior emergente dell’anno”, un riconoscimento prestigioso che ripaga l’Azienda Fratelli Muratoridi tutti gli sforzi fatti in questi anni. E’ lo spumante Metodo Classico “Riserva Francesco Iacono 2002”, un dosaggio zero di Chardonnay in purezza affinato per oltre 90 mesisui lieviti e sboccato nel marzo di quest’anno. Io ho avuto il privilegio di assaggiarlo durante la sua presentazione, il 29 maggio scorso, nella bella Villa Crespia di Adro in provincia di Brescia.

 

Leggi il resto del post...

about me

continua a leggermi

Subscribe via RSS

Copyright testi e foto 2012 © Sara Melocchi